17 mag 2016
 

Workshop con l'Università di Helsinki

Nelle giornate dell'11 e 12 maggio abbiamo avuto il piacere di ospitare un workshop con uno dei nostri clienti di riferimento per Apache Syncope, l'Università di Helsinki.

Timo Hatakka, Ismo Aulaskari, Antti Lankinen and Otso Konttinen del gruppo di Identity and Access Management sono stati ospiti presso il nostro ufficio per due stimolanti giornate di intensi scambi.

La cooperazione tra Tirasa e l'Università di Helsinki dura da più di due anni, da quando abbiamo iniziato a supportarli nel rinnovo della loro infrastruttura di gestione delle identità, particolarmente ricca e complessa.

Durante il workshop, il gruppo dell'università ha fornito dettagli rilevanti circa la loro pianificazione in ambito IAM, con Apache Syncope al centro di una architettura molto complessa che include diversi repository di identità eterogenei oltre ad altre tecnologie open source come Shibboleth.

Il personale di Tirasa ha avuto la possibilità di illustrare in dettaglio le nuove funzionalità di Apache Syncope 2.0, che vanno dalle nuovissime applicazioni di front-end (administration console, end-user) fino al rinnovato modello interno dei dati che combina domini, any object, realm, gruppi, ruoli ed entitlement al fine di offrire nuove e potenti funzionalità agli utilizzatori.

Sono stati altresì discussi possibili miglioramenti ad Apache Syncope e ConnId, nonché alcune idee sulla migrazione della loro soluzione attuale a Syncope 2.0.

Al termine dei lavori abbiamo colto l'occasione per porre alcune domande dirette - che siamo felici di riportare di seguito - specialmente durante i momenti di svago condivisi.


Q: Perché avete scelto Apache Syncope?

A: All'inizio abbiamo eseguito diverse PoC ed indagato diverse soluzioni, per circa sei mesi.

Tra i fattori chiave che hanno visto Apache Syncope come la soluzione vincente si possono contare prima di tutto la velocità con cui siamo riusciti ad implementare con successo i requisti della PoC, poi naturalmente il suo carattere open source. Il marchio "Apache" è stato infine un fattore determinante, sopratutto per il nostro management.

Q: Perché Tirasa?

A: Sappiamo bene che la curva di apprendimento dei prodotti IdM è tale da richiedere molto tempo prima di poter essere efficaci: con il supporto e la guida di esperti siamo stati in grado di risolvere problemi nel giro di ore - a volte minuti - piuttosto che giorni.

Nello specifico, è stato facile riconoscere Tirasa quale azienda leader nella tecnologia di Apache Syncope.

In generale, ci piace supportare tecnologie open source dato che abbiamo diverse ottime esperienze in questo campo.

Q: Siete soddisfatti delle scelte compiute finora, dopo più di due anni ormai?

A: Sicuramente si, la relazione con Tirasa si è dimostrata perfetta, sopratutto per le risposte tempestive e dirette al problema che abbiamo ricevuto.

Siamo stati inoltre in grado di verificare che, grazie a Tirasa, le risoluzioni di diversi problemi da noi incontrati sono adesso parte del codice sorgente ufficiale di Apache Syncope, a beneficio di tutte le parti coinvolte.

Q: È possibile generalizzare le soluzioni che avete messo in campo?

A: I processi nelle università sono molto simili, almeno in Finlandia.

Q: Tirando le somme, siete felici dei risultati di questo workshop?

A: Dopo così tante e-mail, è stato bello potersi incontrare di persona: ci sono cose difficili da spiegare senza potersi incontrare faccia a faccia.




Ringraziamo il gruppo dell'Università di Helsinki per la loro visita, e speriamo di poterne pianificare presto una nuova, mantenendo nel frattempo produttiva ed efficace la nostra cooperazione.

       

« Ritorna